EQUIPAGGIO – Phil The Steel 2017-04-14T15:54:45+00:00

Phil The Steel

Intervista a Phil The Steel

Judas Priest, Manowar, Bon Jovi, Europe, Queen, Iron Maiden, Metallica, Pantera, AC/DC and more 

Rob Halford ed Eric Adams

Italiano ovviamente poi messicano e giapponese

Devo essere sincero? . . . Tutto 

Aver vinto nel 2012 il Best New Metal Voice

Non avere continuato l’università, ma avrei dovuto scegliere tra quello e la musica

Di continuare a darci dentro . . . rock on 

Perdere la voce . . . un giorno

Strumentazione

Microfono: Live set Shure Beta 58
Effetti: Boss VE-20

Mansioni

Comandante Reparto Trasmissioni.

Grande comunicatore, parla 136 lingue aliene con le quali comunica con chiunque ai quattro angoli dell’universo. Non ha mai dovuto affrontare risse o battibecchi dovuti ad un’incomprensione.

Biografia

Sin dalla tenera età, Phil rimane folgorato dalla escursione e dal timbro vocale di Rob Halford, il Metal God per eccellenza e decide quindi che la sua strada sarà dietro ad un microfono.

Dopo un primo periodo da autodidatta durante il quale già si intravedono le sue enormi doti, grazie al consiglio di un amico decide di prendere lezioni di canto.

Comincia con il maestro Checchele, grande tenore che gli permette di capire come arrivare lassù senza provare dolore.

Le lezioni del maestro sono fondamentali anche per insegnare al giovane Phil tutta una serie di esercizi utili ad allenare la voce.

Nel frattempo, l’amore per il metal lo avvicina a grandi cantanti quali Eric Adams dei Manowar e Geoff Tate dei Queensryche quindi si crea la necessità di approfondire i propri studi di canto.

E’ la volta del maestro Irina Dobulova con il quale raggiunge un livello di maestria paragonabile ai suoi idoli di gioventù.

Nel 2002 entra come vocalist nei SoundStorm, ottima band Torinese con cui registra i CD “Twilight Opera” ed “Immortalia”.

La sua voce spinge la band che ha la possibilità di esibirsi sui palchi di tutto il mondo, dalla Germania al Messico, dalla Svezia all’Inghilterra. Nel 2015, a causa di un cambio di sonorità dei SoundStorm, decide di lasciare questo progetto ed entra temporaneamente nei Fil Di Ferro, altra storica band piemontese.

Contemporaneamente entra nei i Jawbreaker, tribute band dei Judas Priest (il suo più grande amore) e dà vita ad un progetto solista di musica “piratesca”, i Black Corsair con i quali sta sviluppando un progetto di alto livello.

Nell’Aprile del 2016 entra a far parte stabilmente di N.I.B. di cui sposa l’ambizioso progetto con entusiasmo.

Carattere schivo, quasi timido nella vita reale, quando sale sul palco si trasforma in un generatore di energia che carica tutta la band spingendola ai massimi livelli qualitativi.

Il frutto della sua ugola sarà presto svelato con l’uscita del primo CD, “The Bianca Trouble Landing”.

I NOSTRI PARTNER